News

Recent news in Food & Feed Analysis

  1. Home
  2. /
  3. Listeria: cresce l’allarme

Analiti

Listeria: cresce l’allarme

La Listeria monocytogenes √® spesso associata ai focolai pi√Ļ gravi in ‚Äč‚Äčtermini di ricoveri e decessi. Nel 2021, i focolai di Listeria hanno coinvolto prodotti freschi, salumi, piatti pronti a base di pollo e formaggio. 18 focolai di infezioni sono stati ricondotti a insalate confezionate e hanno portato al richiamo di oltre 200 variet√† di verdure pronte al consumo. 2.320.774 libbre di prodotti a base di carne di maiale e peperoni e 8.492.832 libbre di prodotti pronti a base di pollo sono stati richiamati per (possibile) contaminazione da Listeria.

Di seguito 5 cose importanti che dovresti conosce sui batteri patogeni come la Listeria quando lavori nella produzione alimentare.

1.   La Listeria √® molto diffusa

I batteri del genere Listeria sono onnipresenti nell’ambiente, si trovano nel suolo e nelle piante, ma anche nel tratto intestinale degli animali e dell’uomo. Possono contaminare gli alimenti attraverso le feci o l’ambiente, durante la lavorazione oppure durante la raccolta, la mungitura o la macellazione. Gli alimenti particolarmente vulnerabili includono carne, pesce e latticini, ma anche altri prodotti come frutta affettata, insalate confezionate o piatti pronti.

2.    La Listeria √® altamente resistente

La Listeria monocytogenes, patogena per l’uomo, pu√≤ sopravvivere in ambienti sfavorevoli ad altri microrganismi. I batteri possono sopravvivere al congelamento e all’essiccazione. Inoltre, hanno bisogno di pochissimi nutrienti e possono moltiplicarsi anche a basse temperature e a bassi livelli di ossigeno, ad esempio nel confezionamento sottovuoto in frigorifero. Alcuni tipi di Listeria possono anche resistere agli alcali. Tuttavia, i batteri sono uccisi dal riscaldamento, con la cottura al forno, la sterilizzazione e la pastorizzazione.

3.   La Listeria pu√≤ essere fatale

La Listeria pu√≤ causare listeriosi, una malattia infettiva soggetta a denuncia. La dose infettiva √® relativamente bassa: 1.000 cellule sono sufficienti per innescare un’infezione. Negli esseri umani in buona salute, l’infezione √® innocua e potrebbe non causare sintomi. Tuttavia, pu√≤ provocare sepsi o meningite letale nei neonati, nelle donne in gravidanza, negli anziani e nelle persone immunocompromesse.

4.   La Listeria non √® facile da rilevare

I sintomi della listeriosi possono manifestarsi fino a diverse settimane dopo l’infezione. Ci√≤ rende difficile risalire alla fonte della contaminazione. Fino a quando non viene trovata la fonte, i batteri potrebbero essersi gi√† diffusi in prodotti o attrezzature.

5.   La Listeria richiede un’attenzione particolare durante la produzione

La Listeria pu√≤ formare biofilm che difficilmente possono essere rimossi.¬†Pertanto, √® importante effettuare una pulizia accurata, anche nelle aree di produzione di difficile accesso.¬†Va inoltre sottolineato che alcune fasi di lavorazione potrebbero essere favorevoli alla crescita della Listeria, l’acqua di condensazione ad esempio rappresenta un grave rischio nella produzione alimentare.